Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

 
FacebookTwitter
Giovedì, 18 Giugno 2015 09:54

Quale futuro per i piombi da pesca?

Vota questo articolo
(0 Voti)

La Convenzione sulle specie migratorie, COP11, adottata il 9 novembre 2014 "Linee guida per prevenire il rischio di avvelenamento di uccelli migratori", comprende anche il capitolo "Raccomandazioni: sull'utilizzo del piombo nelle attività di pesca ". Il capitolo contiene sia le raccomandazioni legislative e non legislative volte a ridurre l'uso di piombi.

Pur non condividendo totalmente tutti i dettagli delle sopra citate Raccomandazioni, la European Fishing Tackle Trade Association (EFTTA), con il supporto di associazioni nazionali di pescatori sportivo ricreativi di vari stati europei (tra cui APR): 

  •  invita pescatori e aziende produttrici a ridurre volontariamente l'utilizzo del piombo e a farne uso solo nei casi in cui non vi siano alternative percorribili
  •  suggerisce che i pesi di dimensione superiore agli 0.06 grammi (split shot superiore al numero 8 o styl superiore a 11) siano, entro il 2020, fabbricati con materiali alternativi non contenenti piombo (lead free).

 

Leggi il comunicato EFTTA sull'utilizzo del piombo

Letto 14989 volte

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese