Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

 
FacebookTwitter
Sabato, 22 Ottobre 2011 18:34

RIFORMA DELLA PCP

Vota questo articolo
(0 Voti)

Regionalizzazione e ruolo dei Consigli Consultivi (RACs)

Nel documento  di Comunicazione della Riforma della Politica comune della Pesca, la DG Mare indica la Regionalizzazione come obiettivo per una migliore governance:

[...]

2.5. Una migliore governance grazie alla regionalizzazione

Un approccio centralizzato “dall’alto verso il  basso” rende difficile adattare la PCP alle specificità dei diversi bacini marittimi dell’UE. Gli Stati membri e le parti interessate assumeranno maggiori responsabilità per la gestione delle risorse a nelle varie attività e zone di pesca, nonché per la coerenza di tale gestione con altre azioni in ciascun bacino marino.

La Commissione propone un’agenda ambiziosa in materia di regionalizzazione e semplificazione. La legislazione dell’UE in materia di pesca adottata a livello centrale dovrebbe concentrarsi su obiettivi generali, obiettivi specifici, norme minime comuni e risultati, nonché sui tempi richiesti per conseguire queste realizzazioni. Anche se le decisioni chiave continueranno ad essere adottate a livello dell’UE, gli Stati membri disporranno della flessibilità per decidere in merito ad altre misure di gestione della  pesca, sotto  il controllo della Commissione, nel pieno rispetto delle disposizioni del diritto europeo. [...]

e nell'ambito di questo processo ritiene di estendere e rafforzare il ruolo dei RACs (Regional Advisory Councils - Consigli Consultivi Regionali) oltre quello attuale di organo consultivo.

Sulla base dell’esperienza acquisita, la Commissione prevede di mantenere ed estendere il ruolo dei consigli consultivi nel fornire consulenze sulla politica di conservazione nell’ambito del modello di regionalizzazione. Analogamente, i consigli consultivi potrebbero estendere le proprie attività ad altri settori della gestione marina che incidono sulle attività di pesca.

Regionalizzazione e piani pluriennali sono definiti nel Titolo III del Regolamento relativo alla Riforma della Politica Comune della Pesca (Art. 17) " Nell'ambito di un piano pluriennale stabilito a norma degli articoli 9, 10 e 11, gli Stati membri possono essere  autorizzati ad adottare misure conformi al piano medesimo che specifichino le misure di conservazione applicabili alle navi battenti la loro bandiera in relazione agli stock delle acque dell'Unione per i quali sono state loro assegnate possibilità di pesca."

Ma il tema della regionalizzazione risulta ad oggi controverso, non è ancora affatto chiaro infatti come questo principio verrà applicato e da quali norme sarà supportato.  A questo proposito il Comitato della Pesca del Parlamento Europeo ha posto alcune domande all'ufficio legale della Commissione EU al fine di testare il rigore delle proposte della Commissione europea riguardo, tra le altre,  la questione chiave della regionalizzazione.

Sulla regionalizzazione, alcune ONG presenti attivamente nei vari Consigli Consultivi Regionali hanno sentito la necessità di fornire alcuni suggerimenti ed esprimere qualche perplessità sul ruolo dei RACs nell'ambito  della futura Politica Comune della Pesca . Tale input, sottoscritto anche dalla EAA European Angler Alliance che ha delegati in tutti i RAC (APR è delegato EAA per il RACMED)  è stato inviato in data 21 ottobre 2011.

Leggi la lettera in inglese

Leggi la traduzione in Italiano

Letto 9611 volte

Tag tonno rosso

Album fotografico

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese