Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

 
FacebookTwitter
Martedì, 08 Novembre 2011 14:17

La EU estende la protezione dello Squalo Smeriglio (Lamna nasus)

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’Unione Europea ha ufficialmente esteso le misure  per proteggere dalla pesca lo Squalo Smeriglio, come specie minacciata. Riscontrando lo stato di conservazione della specie che risulta in esaurimento, la UE ha riconosciuto che i precedenti livelli di protezione erano insufficienti perché non venivano applicati in tutte le acque europee.

Con la Regolamentazione emendata la pesca dello Smeriglio è adesso vietata in tutte le acque europee compreso il Mediterraneo e per tutte le imbarcazioni europee che pescano in acque internazionali. Inoltre gli smerigli catturati accidentalmente devono adesso essere immediatamente rilasciati.
Il  Dr. Allison Perry, ricercatore per Oceana Europe ha dichiarato che “La protezione dello smeriglio da parte della Unione Europea rappresenta un importante passo per la tutela di questa specie. Tuttavia, a causa della sua natura altamente migratoria, se lo Smeriglio deve riprendersi, simili misure devono essere adottate a livello internazionale.”

Le istituzioni che giocano un ruolo chiave per la tutela internazionale dello Smeriglio sono la International Commission for the Conservation of Atlantic Tunas (ICCAT) e la Barcelona Convention. Sia ICCAT che la Barcelona Convention terranno incontri nel  Novembre 2011, che daranno opportunità critiche per il futuro di questa specie nell’Oceano Atlantico e nel Mediterraneo. 

Lo Smeriglio è uno squalo di grandi dimensioni, a sangue caldo, ampiamente diffuso che ha alto valore per la sua carne e le sue pinne.

Minacciato principalmente da decenni di sovra sfruttamento lo Smeriglio ha subito un grave declino della sua popolazione e viene considerato Critically Endangered nell’Atlantico nord orientale e nel mediterraneo.  
Avendo un accrescimento relativamente lento,  raggiungendo tardi la maturità  e vivendo a lungo, la specie recupera lentamente dal sovra sfruttamento. Una valutazione dello stock di Smeriglio realizzato nel 2009 congiuntamente da ricercatori della ICCAT e dallo International Council for the Exploration of the Sea (ICES) ha concluso che non devono essere autorizzati lo sbarco e la pesca mirata di questi squali e che anche senza pesca la popolazione di Smeriglio dell’Atlantico nord orientale richiederà  fino a 34 anni per ristabilirsi. Nel Mediterraneo lo Smeriglio è stato valutato essere declinato fino al  99%  dalla metà del secolo scorso.

Letto 12068 volte

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese