Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

 
FacebookTwitter
Lunedì, 25 Luglio 2011 11:22

Bagnanti – Capitaneria di Porto di Livorno

Vota questo articolo
(0 Voti)

Le ordinanze per la stagione balneare prevedono divieto di pesca lungo la costa in orario diurno, specificando ora di inizio e  di fine del divieto.

La capitaneria di porto di Livorno nella sua ordinanza 51/2011 del 05/05/2011 si è spinta oltre, all'ART. 5 "Esercizio della pesca"  riporta: 

"E' vietato [...] durante la stagione balneare tra le ore 8.30 e le ore 19.30, ovvero in presenza di bagnanti"


 

La novità della specifica sta nel fatto che in presenza di bagnanti la pesca ricreativa è comunque vietata anche fuori da questo orario, così come confermato  dal Servizio polizia marittima e contenzioso della Capitaneria stessa ad una richiesta di chiarimento. 

Possiamo immaginare di non pescare se c’è gente in acqua e anche che se peschiamo non entri gente in acqua ma non con la stessa sicurezza. 
Quindi se qualcuno vuole farmi smettere di pescare basta che entri con i piedi in acqua ma  non si sa a quale distanza ci si debba trovare da un bagnante per poter dire di pescare dove non ci sono bagnanti.  

A pensarci bene non serve neanche che qualcuno sia in acqua in quanto il bagnante è tale anche quando è in spiaggia, appena prima o appena dopo il bagno, o steso a prendere il fresco piuttosto che il sole. 
Un bagnante che ha anche il vizio di passeggiare rendendo la pesca un’attività legale a intermittenza. 

Se pesco a spinning o a mosca e passa qualcuno faccio pausa ma se invece pesco a surf casting  tiro su tutto quando passa qualcuno? 
La norma parla genericamente di pesca diversa da quella subacquea, regolamentata a parte,  e paradossalmente non tratta con le dovute maniere gli attrezzi passivi che sono in effetti i più pericolosi per i bagnanti. 

Il palamito calato dopo le 19.30 in assenza di bagnanti  deve essere presenziato costantemente dal pescatore  e ritirato nel momento in cui un bagnante si accinge a nuotarvi nei pressi?  

C'è da dubitarne. Alla fine... tocca sperare che.. piova.

Letto 16077 volte

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese