Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

 
FacebookTwitter
Mercoledì, 29 Febbraio 2012 11:54

Pesca Ricreativa al RAC MED

Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è tenuta nel pomeriggio del 29 febbraio a Roma la riunione periodica del gruppo di lavoro sulla pesca ricreativa del RAC MED (CCR MED  Consiglio Consultivo Regionale UE  per la pesca in Mediterraneo). Dalla riunione è emersa la volontà di portare questo gruppo a lavorare in stretto contatto con la Commissione Generale Pesca del Mediterraneo (CGPM/GFCM), l’organismo della FAO che si occupa di pesca nel Mediterraneo.


Tale indirizzo sembra necessario principalmente perché all’interno della CGPM lavorano ricercatori, economisti ed altri specialisti che possono aiutare ad affrontare, coerentemente e tenendo conto di tutti gli aspetti caratterizzanti, il tema della pesca ricreativa. Due luoghi quindi, il RACMED, che riguarda i paesi UE, per redigere i pareri da inviare alla Commissione UE e alla ICCAT, la CGPM per  un approfondimento analitico sulla pesca ricreativa, dalle definizioni, agli attrezzi, alla valorizzazione, al controllo. L’incontro ha visto la gradita partecipazione di Camille Samier che,  in ambito CGPM, lavora   su temi inerenti la pesca ricreativa. Di carattere d’urgenza 2 proposte da inserire nel parere del RACMED da indirizzare ad ICCAT e alla Commissione UE:

 

  1. Modifica al Regolamento (CE) n. 1967/2006 del Consiglio del 21 dicembre 2006 – Art. 17 comma 3. Eliminare l’autorizzazione alla commercializzazione di specie catturate nell’ambito delle competizioni sportive i cui introiti devono essere evoluti a scopi benefici. Eventualmente saranno le specie catturate ad essere destinate a scopi benefici, non il ricavato in denaro dalla vendita.
  2. Definizione di pesca ricreativa utilizzando la definizione presente nel glossario del GFCM. Alcuni partecipanti hanno richiesto un maggior dettaglio nella definizione per quanto concerne ‘Pesca Ricreativa’, ‘Pesca subacquea’ e ‘Charter fishing’ , dettaglio per l’approvazione del quale la decisione finale spetta al Comitato Esecutivo del RAC e potrebbe essere rimandata ad approfondimenti tecnici  in ambito CGPM

E’ stato evidenziato lo scarso tempo a disposizione per il gruppo di lavoro della pesca ricreativa.  Le tematiche da affrontare richiedono certamente più tempo. APR /EAA in questi mesi ha sempre cercato di lavorare con anticipo rispetto alle riunioni del gruppo inviando ai partecipanti ‘input’ relativi agli argomenti in agenda, al fine di accelerare i lavori durante gli incontri, sembrerebbe utile estendere lo stesso tipo di operatività alle altre associazioni presenti.

Assemblea Generale Straordinaria

Durante la mattina del 29 febbraio si è svolta a Roma l’Assemblea Generale  straordinaria del RACMED. Sono state presentate le nuove organizzazioni che faranno parte del RACMED, tra cui le italiane Legambiente EFFSA e UNCI Pesca, il cui ingresso sarà ratificato in occasione della prossima riunione del Comitato Esecutivo in marzo.

Sono intervenuti Stefano Cataudella e Abdellah Srour rispettivamente presidente e segretario esecutivo del CGPM, un segnale importante a sottolineare l’inaugurazione di una nuova stagione di stretta collaborazione con il RAC per la gestione della pesca in ambito Mediterraneo.

E’ stato presentato il bilancio consuntivo e preventivo (per l’anno 2012 ) del RACMED che inizia a funzionare egregiamente grazie all’instancabile e professionale operato del Segretario Generale Rosa Caggiano e della sua preziosa assistente esecutiva Erika Monnati che,  tra le altre cose,  si sono occupate di rendere il sito del RACMED un punto di riferimento funzionale per attingere le informazioni sul lavoro svolto nell’ambito degli incontri.

Sono state inoltre valutate le richieste di alcune associazioni tra cui APR (EAA Italia) e FEDAS (pesca subacquea spagnola) di occupare i posti vacanti nel Comitato Esecutivo prima del rinnovo a fine 2013 dello stesso. Tali richieste sono state oggetto di votazione (9 a favore, 4 contrari, 2 astenuti) a causa delle caratteristiche dello Statuto del RACMED. Se tale operatività sarà approvata dalla Commissione UE le associazioni richiedenti avranno diritto a sedere al Comitato Esecutivo fino al mese di novembre 2013, potendo seguire così direttamente il lavoro in un periodo  particolarmente delicato vista la concomitanza con i lavori della Riforma della Politica Comune della Pesca.

Letto 12226 volte

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese